Cuscinetti a rulli cilindrici

    Cuscinetti a rulli cilindrici

I cuscinetti a rulli cilindrici sono composti da una coppia di anelli: un anello esterno e un anello interno con una gabbia che permette di far girare il rullo tra l’anello interno e quello esterno. Entrambi gli anelli in caso di necessità possono essere fissati all’albero o ad alloggiamenti in base allo scopo del loro utilizzo, in accoppiata o meno con dei supporti autoallineanti per cuscinetti.

Costruzione e caratteristiche tecniche dei cuscinetti a rulli cilindrici

Questi cuscinetti (a rulli cilindrici) possono essere di tipo assiale dove l’anello interno e quello esterno non prevedono alcun bordo di contenimento, oppure di tipo radiale, in questo caso con una sola corona o una coppia corone. I cuscinetti a rulli cilindrici sono più adatti alle applicazioni che utilizzano un numero molto elevato di giri/minuto; utilizzando corpi volventi sono impiegati in applicazioni che possono sopportare elevati carichi radiali, ma anche un basso carico assiale solamente colla presenza di spallamenti sull’anello interno e/o esterno.

I cuscinetti a rulli cilindrici hanno come caratteristica quella di avere una forma molto semplice e basilare per il loro assemblaggio. Presentano una grande capacità di assorbimento del carico radiale e risultano adatti per le alte velocità. Se necessario, entrambi gli anelli dei cuscinetti a rulli di questa famiglia possono essere montati con interferenza. Grazie ai profili dei rulli possono garantire una lunga durata di esercizio perchè i rulli di questi cuscinetti si trovano a non avere sollecitazioni nell’area di lavoro e per questo sono consigliati rispetto ad altri tipi di cuscinetti.

Applicazioni e manutenzione dei cuscinetti a rulli cilindrici

I cuscinetti a rulli cilindrici hanno il vantaggio di essere impiegati in molteplici applicazioni industriali, ne fanno grande uso nel settore tecnico industriale più innovativo come le aziende che producono strumenti per la robotica, ma anche nella green economy dove vengono applicate nel settore eolico, frequente l’utilizzo negli impianti per l’estrazione petrolifera, in quelli di estrazione mineraria, infine nel settore dei trasporti in particolare in quello ferroviario con treni e metropolitane.

Il diametro disponibile del cuscinetto a rulli cilindrici  varia in base alla azienda produttrice e alle esigenze delle richieste degli acquirenti mentre il materiale di composizione è quasi sempre solo acciaio con alcune aziende che preferiscono fabbricare cuscinetti a rulli cilindrici in lamiera di acciaio per le parti più piccole, mentre poche altre aziende produttrici utilizzano nella produzione dei cuscinetti a rulli cilindrici anche componenti in lamiera di vetro.

Henry Timken padre fondatore della azienda Timken Company, azienda nata nel 1899 ed attualmente quotata nella borsa di New York (NYSE) inventò la grande distribuzione dei cuscinetti a rulli cilindrici, mentre un vero e proprio inventore non risulta esserci. Successivamente iniziò la produzione l’azienda RIV della famiglia Agnelli che poi venne incorporata all’interno della SKF attualmente una delle società leader nel settore dei Cuscinetti a rulli cilindrici oltre a NTN-SNR ed alla giapponese NSK azienda leader nella produzione di cuscinetti di ogni genere, da segnalare anche l’altra azienda giapponese IKO Nippon Thompson.

Categoria
Cuscinetti Volventi